Notizie
IMAGE Domenica 1 Luglio a Sampeyre La sfida su un “Vertical Extra Large”
Giovedì, 21 Giugno 2018
CORSA IN MONTAGNA: E POI CI SONO LE NOVITA’! Forte della recente esperienza del “Trail” di Brossasco la Valle Varaita presenta una... Continua...
IMAGE 17 giugno 2018 Castiglione Ossola (VB)
Martedì, 19 Giugno 2018
Appuntamento a cui non mancare quello delle staffette di corsa in montagna a livello regionale, quest'anno ad ospitare l'evento la borgata... Continua...
IMAGE 6° Barge – Montebracco - Sabato 16 Giugno
Martedì, 19 Giugno 2018
LA “BELLA” VA A PAOLO BERT – TRA LE DONNE SI CONFERMA LA “PROMESSA” LORENZA BECCARIA C’era un motivo in... Continua...
IMAGE La Camminata degli Invincibili presenta il Trail
Venerdì, 15 Giugno 2018
DOMENICA 24 GIUGNO A BOBBIO PELLICE IL “TRAIL” A PASSO DI CAMMINO PER TUTTI L’astronomia dice che il solstizio d’estate... Continua...
IMAGE A Barge si ricorda Domenico Bruno Franco nella 6° Barge - MonteBracco
Mercoledì, 13 Giugno 2018
Sarà la sesta edizione della “corsa di casa” della Podistica Valle Infernotto e ricorderà Domenico Bruno Franco, esponente... Continua...
IMAGE 03 Giugno 2018 Cortina Dobbiaco
Martedì, 12 Giugno 2018
C’eravamo anche Noi......  Continua...
IMAGE Monviso Vertical Race – Crissolo 2 Giugno 2018
Domenica, 03 Giugno 2018
SIMONE EYDALLIN E ERICA GHELFI AL COSPETTO DEL MONVISO   UISP, PRO LOCO CRISSOLO – PODISTICA VALLE INFERNOTTO LA SQUADRA VINCENTE... Continua...
IMAGE Dal ½ KM Verticale di Roure al Monviso Vertical Race Sabato 2 Giugno
Giovedì, 24 Maggio 2018
DYNAFIT VERTICAL SUNSETS EMIGRA A CRISSOLO AL COSPETTO DEL MONVISO Procede a furor di 200 atleti / gara l’avventura del DYNAFIT VERTICAL... Continua...
IMAGE Trofeo delle Valli – 3° prova a Torre Pellice domenica 27 Maggio
Mercoledì, 16 Maggio 2018
Il RITORNO DI “CASTLUS”: UNIVERSITA’ DELLO SPORT - FACOLTA’ DI MARCIA ALPINA I puntini sulla U, come richiesto dal corretto... Continua...
IMAGE Al Monte San Giorgio di Piossasco l’esordio UISP del Circuito Vertical Sunsets 2018
Venerdì, 11 Maggio 2018
PROTAGONISTI TRA I 222 ISCRITTI ANDREA ROSTAN E JESSICA TIENI   Breve e faticosa la prova di esordio del circuito “DYNAFIT VERTICAL... Continua...
Eventi
IMAGE
5 per Mille
Venerdì, 15 Gennaio 2016
    IL NS CODICE FISCALE  E': 94546840011   Continua...

Bobbio Pellice - Trail degli Invincibili 2017

CLIMA AUTUNNALE PER GLI INVINCIBILI PAOLO BERT E ALESSANDRA BIANCO

 Giornata uggiosa, meteorologicamente parlando, per questa seconda edizione del Trail degli Invincibili che non impedisce però a ben 245 temerari (25 in più dello scorso anno) di essere ai nastri di partenza per onorare questo secondo appuntamento con il collaudato trail che dal laghetto Nais di Bobbio Pellice porta alla borgata Bessé, per poi inerpicarsi sulla storica mulattiera che giunge a Barma d’Aut. Da quì l’impegnativo traverso ricco di saliscendi che arriva alla borgata Serre Sarsenà, passando poi da Serre Cruello fino a Prapic per ridiscendere nella lunga picchiata verso Bobbio Pellice passando per lo storico monumento di Sibaud. Il tutto per 19 chilometri e circa 1.100 mt di dislivello. Alla partenza i favoriti sono quelli di sempre: su tutti Paolo Bert (vincitore della prima edizione), Diego Ras (vittorioso alla Faro SkyRace di Sauze d’Oulx di Domenica scorsa), il multidisciplinare Filippo Barazzuol e l’atleta di casa Claudio Garnier. Da tenere molto d’occhio poi alcuni atleti come Lorenzo Becchio, Paolo Nota e Filippo Rossi.

Al femminile ritorna la vincitrice dello scorso anno Daniela Bonnet. Ai nastri di partenza anche l’atleta della Valchisone Alessandra Bianco che Domenica scorsa è stata protagonista della Faro Skyrace giungendo in seconda posizione. Poi Giulia Oliaro dell’Atletica Pinerolo e tante altre.


Pronti via e Diego Ras prende subito la testa della gara, seguito a vista da Paolo Bert. Poi nell’ordine Filippo Barazzuol, Filippo Rossi e Lorenzo Becchio. E in questa posizione i corridori transitano sia ai Meynet (borgata nella quale l'accoglienza è straordinaria: striscione con la scritta "Benvenuti Invincibili", suoni di campanacci e quant'altro ad accogliere gli atleti) che al Bessé. A Barma d’Aut, dopo circa 800 metri di dislivello, i due di testa passano appaiati. Da quì Paolo passa al comando ma Diego lo segue a pochi metri di distanza. Nel traverso che conduce a Serre Sarsenà la visibilità è molto ridotta a causa della nebbia bassa e della leggera pioggerellina che, tra le altre cose, bagna gli occhi degli atleti e il terreno sotto di loro, rendendo ancor più difficile l'equilibrio. Ed è proprio in un punto di questo traverso che purtroppo Diego è vittima di una storta che lo costringe al ritiro in borgata Sarsenà. Da qui per Paolo è una cavalcata solitaria fino al traguardo di Bobbio Pellice dove giunge dopo 1h38’14”, tempo poco più di 2 minuti superiore a quello fatto registrare lo scorso anno. Difende invece la seconda posizione Filippo Barazzuol (già secondo lo scorso anno insieme a Diego Ras) con il tempo di 1h41’41”. Atleta molto regolare Filippo se si pensa che nel 2016 aveva impiegato solamente 8 secondi in più per completare l'egual percorso. Completa il podio Paolo Nota (1h43'05"), artefice di un ottimo recupero nel finale. Seguono Filippo Bianco (vittima purtroppo di un piccolo errore di percorso nel finale che gli costa la terza posizione), Lorenzo Becchio e l’applaudito atleta di casa Claudio Garnier.
Al femminile invece Alessandra Bianco tiene la testa della gara dall’inizio alla fine, resistendo all’attacco della vincitrice del 2016 Daniela Bonnet. Le sue impressioni all’arrivo sono molto positive: “Percorso molto tecnico, bello e mai noioso, cosa non sempre scontata per un percorso di media montagna come questo” sono le sue parole dopo aver tagliato il traguardo. Alessandra fa registrare un tempo di 2h07’24” e precede, come detto, la forte atleta angrognina Daniela Bonnet che le cede il titolo ottenuto lo scorso anno. Il cronometro segna 2h11’20” quando Daniela transita sul traguardo. Completa il podio la giovane Giulia Oliaro (Atletica Pinerolo) in 2h12’57”. Seguono Enrica Scapin (GASM) in 2h22’08” e Samanta Odino (SC Angrogna) in 2h26’30”.
Concludendo, ottima giornata di sport, di divertimento e di passione per questo splendido sport che è in forte crescita, e il Trail degli Invincibili non può che esserne una splendida conferma. “Buona la prima” si dice solitamente, ma oggi possiamo dire “buona anche la seconda”…e forse ancora di più.

Daniele Zoppi