Notizie
IMAGE Tour Monviso Race – 30 Agosto 2020 – 70 Pettorali Disponibili
Giovedì, 23 Luglio 2020
APPROVATA FIDAL – AL VIA LA FASE OPERATIVA – INVITO A TUTTI AL RISPETTO DEI PROTOCOLLI Nella giornata di Martedì 21 Luglio il Tour... Continua...
IMAGE Sabato 18 Luglio Susa (TO)
Martedì, 21 Luglio 2020
Sabato 18 è ripresa la competizione vera e propria e non quella virtuale della corsa in montagna, tutto questo lo dobbiamo alla... Continua...
IMAGE Tour Monviso Trail – 30 Agosto 2020
Mercoledì, 01 Luglio 2020
CONFERMATA LA MANIFESTAZIONE NELLA VERSIONE “RACE” Proviamo a coniugare sicurezza, sport e rispetto per i lutti che hanno colpito il... Continua...
IMAGE Monviso Vertical Race 2.0 – Allenamento registrato
Domenica, 14 Giugno 2020
Crissolo 20 giugno – 6 luglio 2020 PURTROPPO LA SITUAZIONE ATTUALE CONSENTE SOLO LA REALIZZAZIONE DI “SURROGATI” MA SE LO SCENARIO... Continua...
IMAGE Tour Monviso International Trail – Pensare in grande il futuro
Sabato, 16 Maggio 2020
DAL TOUR MONVISO    AL WEEK END SPORTIVO    DELLE “TERRE DEL MONVISO” Sono, questi, giorni di approfondimenti,... Continua...
IMAGE Intervista a Daniele Catalin
Venerdì, 15 Maggio 2020
Intervista al nostro Presidente,   Daniele Catalin sull'emittente televisiva Live Social    ... Continua...
IMAGE Domenica 10 Maggio 2020 Si è corso a Barge!
Domenica, 10 Maggio 2020
MARIUS GADALEAN E GIULIA VIGNOLO SU TUTTI NELLA SCALATA AL MONTEBRACCO Oltre 200 i protagonisti di una giornata memorabile di sport. Folla di... Continua...
IMAGE LA SCOMPARSA DI GIORGIO MAGO
Sabato, 11 Aprile 2020
CUMIANA ED I TRE DENTI HANNO PERSO UN GRANDE UOMO E così anche Mago, Giorgio Mago ci ha lasciato. La notizia mi è giunta da Aldo... Continua...
IMAGE SCUSATE, MI SI E’ SPENTA LA VOCE!
Martedì, 07 Aprile 2020
ANNO 2020: ADDIO ALLE GARE MA NON ALLE CORSE E ALLE CAMMINATE PESSIMISMO O REALISMO? - LIBERE RIFLESSIONI SUL TEMA Un chiarimento è... Continua...
IMAGE Vertical Sunset 2020
Martedì, 31 Marzo 2020
VERTICAL SUNSETS 2020: ARRIVEDERCI AL 2021 – PER LE SINGOLE GARE SI ATTENDONO LE DECISIONI DEGLI ORGANIZZATORI. Era nell’aria ed è... Continua...
Eventi
IMAGE
5 per Mille
Venerdì, 15 Gennaio 2016
    IL NS CODICE FISCALE  E': 94546840011   Continua...

LA SCOMPARSA DI GIORGIO MAGO

CUMIANA ED I TRE DENTI HANNO PERSO UN GRANDE UOMO

E così anche Mago, Giorgio Mago ci ha lasciato. La notizia mi è giunta da Aldo Turinetto, atleta che ha condiviso con me anni di rincorse sui monti ed adesso, come me, pratica lo sport a fini salutistici coltivando ricordi…e pensi che bell’ambiente era quello della Marcia Alpina capace di creare amicizie talvolta carsiche ma profondamente radicate tra i suoi protagonisti.

Il cordoglio civico è stato espresso dal Sindaco di Cumiana Roberto Costelli; da parte mia ed a nome di tutti gli amanti dello sport che ama faticare sui sentieri montani le più vive condoglianze ed un abbraccio ai suoi famigliari.

Da sportivo vorrei onorare Giorgio volgendo lo sguardo ad una gara indimenticabile che si è svolta a Cumiana dall’inizio degli anni ’70 fino al tramonto degli anni ’90: la MARCIA ALPINA TRE DENTI.

La voce tonante di Giorgio scandiva nomi, qualità e prestazioni dei protagonisti della gara in quell’appuntamento settembrino che per decenni ha segnato la chiusura della stagione agonistica delle Marce Alpine. Stagione che prendeva il via rigorosamente il 1° maggio con la disputa del Musinè a coppie con arrivo e partenza da Milanere di Almese. Erano ancora gli anni che prevedevano un tempo per gareggiare ed uno per riposare. Gli anni ante finisher quando la gara era competizione allo stato puro e…senza categorie: un primo e tutti gli altri a seguire.

Si potrebbe definire il capostipite degli speaker ma sarebbe grandemente riduttivo: Giorgio “era” la Tre Denti. Dall’alto del suo ruolo di Presidente del Cai Cumiana aveva pensato di dare lustro alla sua montagna allestendo una delle più prestigiose Marce Alpine dei tempi eroici.

La gara alla quale non bisognava mancare per chiudere bene la stagione. Il suo Albo d’Oro rappresenta l’olimpo della specialità: atleti del calibro di Marco Treves, Felice Oria, Erminio Nicco, Edo ed Elio Ruffino, Carlo Dalmasso, Guido Turaglio, Gabriele Barra, Franco Naitza ed il recordman Mauro Brizio. Le protagoniste femminili erano soprattutto le atlete di casa, di quella Società, prima Mobili Toscano e poi Franco Freni della quale Giorgio era il regista: Tiziana Semeraro, Mariangela Grosso, Lorella Frasson e poi ancora Claudia Priotti, Isabella Gatti, Maria Long e Ivana Giordan.

Un “parterre de roi” che rendeva onore alle capacità organizzative sapientemente coordinate da Giorgio.
Gara particolare e particolarmente amata per quella sua formula “a cronometro individuale” che permetteva ad ognuno di autogestire velocità e traiettorie soprattutto nell’erta finale dalle pendenze impossibili tanto da trasformare il gesto atletico da “corsa” ad “arrampicata”. Partenza rigorosamente sotto la preziosa ala (talvolta protettrice dalla pioggia) comunale e poi su per circa 2,5 km di asfalto prima di imboccare l’agognato sentiero che in altri 4 km portava all’erta finale. Li finiva il protagonismo degli scalatori perché la discesa, sullo stesso tracciato, prevedeva numeri da funamboli risultando sovente decisiva al fine del risultato conclusivo. Mille i metri di dislivello e quindici i km complessivi.

Rimane nello sguardo dei protagonisti del dopo gara la paziente opera di estrazione premi a sorteggio che Giorgio dirigeva nell’attesa della elaborazione della classifica in tempi nei quali la manualità prevedeva tempi non troppo comprimibili: una considerazione per ogni premio e una battuta, sempre rispettosa, nei confronti dei vincitori. Gli abbiamo voluto bene in molti. Ciao Giorgio

Carlo Degiovanni